Vi spiego l’ atteggiamento apparentemente contraddittorio di Napolitano, che prima esalta il bombardamento USA della Libia, quindi l’uso della violenza da parte del potente di turno, poi va a trovare Pannella per esaltare la non violenza del suddito, innocua per il potente di turno, in modo da concedere solo al potere l’uso della violenza

E’ assolutamente interessante analizzare attentamente il comportamento, apparentemente contraddittorio, del presidente della repubblica italiana Giorgio Napolitano.

Egli difende ed esalta il bombardamento USA e NATO della Libia, che è indubbiamente e certamente un’ azione violenta, che usa la violenza, ma nel contempo esalta e difende lo sciopero della fame e della sete di Marco Pannella, quindi l’uso di un metodo non violento.

Un atteggiamento, come dicevo sopra, apparentemente contraddittorio, ma in realtà assolutamente coerente per qualunque uomo che, come Napolitano, rappresenti il potere e sia collegato, in ogni momento storico, al potere ed al potente di turno.

Cosa fa il Napolitano ?

Il Napolitano prima riserva l’uso della violenza al potere, al potente di turno, per mantenere il suo potere ed un sistema economico e sociale in cui il 5% degli individui possiede tutta la ricchezza, a lui più conveniente.

Poi suggerisce e consiglia al suddito, al sottomesso, a colui che subisce quel potere, le sue ingiustizie e la sua violenza, il metodo non violento, assolutamente innocuo per il potere.

FATE COME PANNELLA SUDDITI pare suggerire il Napolitano, fate lo sciopero della fame e della sete per ottenere quello che volete e sperate, finchè alla fine il “potere buono” si commuoverà e vi concederà quel che volete.

Forse..

Beninteso, aggiunge il Napolitano, noi, in quanto potere, ci riserviamo, solo per noi, l’uso della forza e della violenza, e non solo bombardiamo serenamente e pacatamente l’Iraq, l’Afghanistan e la Libia, ma esaltiamo addirittura quei bombardamenti e quella violenza.

Contraddizione ?

Assolutamente no.

In realtà, come detto si tratta di giustificare ed esaltare la violenza solo se è usata chi è più forte economicamente e militarmente, per mantenere il suo potere economico e portare avanti le ingiustizie collegate a quel potere economico, che solo attraverso l’uso della violenza possono essere portate avanti.

In realtà, come detto si tratta di giustificare ed esaltare la violenza solo se è usata chi è più forte economicamente e militarmente, per mantenere una società in cui il 5% degli individui possiede tutta la ricchezza.

Al suddito, al sottomesso, viene invece suggerita e cosigliata la NON VIOLENZA, proprio perchè innocua per il potere, che si riserva, a sua scelta, di soddisfare o meno le richieste di chi usa quei metodi per ottenere giustizia.

Insomma qual è la conclusione ?

LA FORZA E LA VIOLENZA SONO UNO STRUMENTO.

Ogni potere ingiusto, come quello che regge questa società in cui il 5% degli individui possiede tutta la ricchezza e fa ‘mpò come cazzo si pare, usando la cosiddetta “democrazia” èper gestite e ,mantenere quella situazione, USA LA VIOLENZA PER MANTENERE L’INGIUSTIZIA.

Ne consegue che solo con la forza e con violenza si può spazzare via un potere ingiusto che usa la forza e la violenza per mantenersi ed esalta il suo uso della forza e della violenza per mantenersi.

Ne consegue che allo stesso modo, una volta spazzato via, con la forza e la violenza, un potere ingiusto che tiene in piedi una società ingiusta usando la forza e la violenza, bisognerà usare la forza e la violenza per tenete in piedi quella società giusta di eguali a cui si sarà arrivati.

Una società in cui la ricchezza sia equamente distribuita tra i cittadini e ci sia una effettiva condizione di parità e di eguaglianza tra i cittadini.

P.S. L’indipendenza dell’India dall’ Impero Britannico era già stata decisa da tempo e farla passare come epilogo finale dei metodi non violenti di Gandhi è stata una brillante idea, diciamo uno spot promozionale, per diffondere l’uso dei metodi non violenti, innocui per il potere, presentandoli come effettivamente utili a raggiungere obiettivi di giustizia, del tipo

FATE COME GANDHI ! Usate metodi non violenti ed avrete il bianco più bianco del bianco !

Annunci

One thought on “Vi spiego l’ atteggiamento apparentemente contraddittorio di Napolitano, che prima esalta il bombardamento USA della Libia, quindi l’uso della violenza da parte del potente di turno, poi va a trovare Pannella per esaltare la non violenza del suddito, innocua per il potente di turno, in modo da concedere solo al potere l’uso della violenza

  1. Pingback: FATE COME GANDHI E PANNELLA ! USATE LA NON VIOLENZA ED AVRETE UN BIANCO PIU’ BIANCO DEL BIANCO ! « Giovan Maria Catalan Belmonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...