L’idea più geniale del potere ? Inventare e diffondere tra i sudditi una cosa chiamata “amore per il prossimo”, per poi proporsi come “padri che amano”, mantenere in condizione infantile gli esemplari della specie Homo Sapiens” e controllarli meglio

 

In natura non esiste alcuna cosa che somigli, sia pure vagamente, all’amore per il prossimo dei cristiani, nel senso che non esiste alcun interesse reale di un esemplare adulto di una specie vivente per un altro esemplare adulto della sua stessa specie.

L’unico interesse reale di un esemplare della specie per un suo simile è l’interesse del maschio per la femmina, che si accoppiano per riprodursi allo scopo di mantenere il proprio corredo genetico sulla Terra, per il cucciolo generato, frutto di quell’accoppiamento.

Un interesse peraltro di natura meramente ed esclusivamente egoistica, finalizzato alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra, nel senso che, ovviamente, occupandosi del cucciolo generato si aumentano le sue probabilità di sopravvivenza, e, con esse, la probabilità di permanenza del proprio corredo genetico, presente nel cucciolo generato, sulla Terra.

QUELLO CHE MUOVE E GUIDA GLI ESSERI VIVENTI E’ INFATTI L’ISTINTO DI SOPRAVVIVENZA, CHE SI MANIFESTA IN DUE MODI:

1) SOPRAVVIVENZA COME INDIVIDUO

2) PERMANENZA DEL PROPRIO CORREDO GENETICO SULLA TERRA.

Non esiste dunque alcuna cosa, in natura, che somigli all’amore per il prossimo dei cristiani.

A questo punto però ci troviamo davanti al dato di fatto, reale, che da duemila anni molti parlano di questo fantomatico “amore per il prossimo” come se esso esistesse realmente, e dobbiamo dunque cercare di capire perchè.

In realtà la spiegazione è semplicissima, e per arrivarci basta naturalmente partire dall’unico interesse reale di un esemplare adulto della specie per un altro, e cioè l’interesse dei genitori per il cucciolo generato.

E’ ovvio ed evidente, infatti, che poichè questo è l’unico interesse reale di un esemplare della specie per un altro, chiunque ha inventato l’amore per il prossimo, cioè che un interesse simile esista da parte di ogni esemplare adulto della specie per tutti gli altri, deve per forza averlo preso come modello.

Premesso questo arriviamo finalmente a parlare dei cristiani e del cristianesimo.

Che cosa hanno fatto i cristiani ?

Hanno preso l’interesse reale di un esemplare adulto della specie per i cuccioli generati, cioè quello del padre e della madre verso i figli, come già detto di natura meramente egoistica e finalizzato alla permanenza del proprio corredo genetico sulla Terra, ed hanno affermato che questo interesse esiste in realtà da parte di ogni esemplare adulto della specie per tutti gli altri.

Lo scopo di questa operazione ?

Mantenere gli esemplari adulti della specie in condizione infantile, in attesa di “amore”, cioè di qualcuno che si interessi a loro, garantendogli l”esistenza di un amore simile a quello ricevuto dai genitori da parte di tutti i propri simili.

Per poi proporsi come “padre e madre”, ed aumentare a dismisura le possibilità di controllo sugli altri esemplari adulti della specie.

L’uso di termini come “padre” per il sacerdote e “figliuoli” per i fedeli della religione cristiana testimonia in modo incontrovertibile lo scopo finale di tutta questa operazione, testimonia cioè come l’amore per il prossimo dei cristiani mantenga lo stesso meccanismo di quello dei genitori per il cucciolo generato ed abbia come scopo il controllo dell’altro.

Riassumendo la sequenza è questa:

1) Si inventa l’esistenza di una cosa chiamata amore per il prossimo, cioè un interesse reale di ogni esemplare adulto della specie Homo Sapiens per tutti gli altri, prendendo come modello l’interesse reale e naturale dei genitori per il cucciolo generato

2) Si mantengono gli esemplari adulti della specie Homo Sapiens in condizione infantile, in attesa di “altri esemplari adulti” che li amino, di “padri e madri” che si occupino di loro

3) Si propongono come “padri” e si chiamano “padri” i sacerdoti di questa religione

4) Si mantengono nella condizione infantile di “figli” e si chiamano “figliuoli” i discepoli ed i fedeli della religione così inventata, ottenendo come risultato un controllo pressochè totale di esemplari adulti della specie Homo Sapiens, mantenuti in condizione infantile.

Possiamo dunque senz’altro dire, in conclusione, che L’AMORE PER IL PROSSIMO E’ STATO INVENTATO DAL POTERE PER MERE ESIGENZE DI CONTROLLO DEI SUDDITI.

Il modello cristiano dell’amore, del sacredote – padre che si occupa dei fedeli – figliuoli, è stato infatti esteso per secoli nella sfera politica, con la figura del Re della monarchia assoluta, del Dittatore nella dittatura, ma anche del Presidente del Consiglio nella democrazia, come Padre Buono che si occupa per Amore dei sudditi, che sono suoi figliuoli.

Un modello che assicura un controllo pressochè totale dei sudditi, che restano in condizione infantile anche da adulti, come figli verso i padri, in fiduciosa attesa dei un intervento amorevole del Padre – Re – Dittatore – Presidente del Consiglio, che prima o poi si occuperà di loro, proprio perchè mosso da Amore nei loro confronti.

Un modello che impedisce a priori un rapporto paritario tra esemplari adulti della specie Homo Sapiens , tutti uguali, tutti con gli stessi diritti e gli stessi doveri, in cui chi governa, chi comanda, chi ha il potere, resta ovviamente e naturalmente uguale agli altri ed ha quel governo, quel comando e quel potere solo perchè delegato da tutti gli altri, uguali a lui, che lo hanno incaricato di rappresentare i loro interessi.

Si può dunque ben dire, in conclusione, che l’amore del prossimo dei cristiani è il fondamento di ogni dominio dell uomo sull’uomo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...