L’Italia è un Paese di merda perchè gli italiani sono assuefatti da secoli alla merda: considerano il proprio modo di essere e di vivere, che produce quel Paese di merda, come il miglior modo di essere e vivere, al punto di volerlo insegnare agli altri

In ogni paese della Terra,

tranne l’ Italia,

uno che vuole fare il medico o l’ingegnere o qualunque altra professione

studia per fare il medico o l’ingegnere,o qualunque altra professione

ed impiega tutto il suo tempo e le sue energie

per imparare a fare bene il medico o l’ingegnere

In Italia invece no..

In Italia

uno che vuole fare il medico, l’ingegnere o qualunque altra professione

è consapevole che per farlo

deve simulare rapporti personali

con appartenenti a clan e/o mafie potenti

ed accattivarsi le simpatie

(leggi leccare il culo)

di ricchi e potenti,

e passa pertanto gran parte del suo tempo

a simulare rapporti personali

con appartenenti a clan e/o mafie potenti

e o ad accattivarsi le simpatie

(leggi leccare il culo)

di ricchi e potenti,

che gli possano poi consentire

di giungere a svolgere quella professione.

Tutta questa forsennata attività

di simulazione di rapporti personali e leccate di culo,

che nel nostro disgraziato paese è il passepartout indispensabile

per conseguire qualunque tipo di successo professionale,

porta necessariamente ed inevitabilmente

a sottarre gran parte del proprio tempo e delle proprie energie

allo studio ed alle attività finalizzate ad imparare

a far bene il medico, l’ingegnere o qualunque altra professione.

Ne consege

che se in un qualunque paese della Terra

il tempo e le energe dedicate

ad imparare a far bene la propria professione

sono uguali a 100,

in Italia esse sono più o meno 20 o 30,

perchè tutte le altre sono dedicate alle suddette attività:

simulare rapporti personali

e accattivarsi le simpatie

(leggi leccare il culo)

di ricchi e potenti.

Il problema permane anche dopo

che l’italiano è giunto a conseguire il suo obiettivo:

egli dovrà sottrarre gran parte del suo tempo e delle sue energie

alla sua attività professionale

per dedicarle a mantenere quelle relazioni personali

che gli hanno permesso di raggiungere il suo obiettivo,

allo scopo di mantenere la posizione faticosamente raggiunta

con lunghe, reiterate ed interminabili leccate di culo.

Provate a pensare quanto tempo

un italiano medio sottrae, in questro modo,

alla sua attività professionale,

sia nel momento in cui deve imparare a farla,

sia in quello successivo in cui deve svolgerla concretamente.

Ne consegue necessariamente ed inevitabilmente

una diminuzione della capacità e della competenza

nello svolgere la propria professione

e nel rendimento effettivo

che si fornisce nel momento in cui la si svolge.

Per risolvere il problema basterebbe tornare alla normalità.

Basterbbe cioè che tutti dedicassero

tutto il proprio tempo e le proprie energie

prima ad imparare a fare il proprio lavoro

e poi a farlo

per provocare una enorme diminuzione

dei problemi creati da uno svogimento poco capace, poco competente

o poco impegnato del proprio lavoro

e per provocare un enorme salto di qualità

nella vita pubblica italiana.

Cosa impedisce di farlo ?

Gli italiani sono assolutamente e dogmaticamente convinti

che l’Italia sia il mgiliore dei modni possibili.

Gli italiani sono assolutamente e dogmaticamente convinti

che questo loro modo di essere e di vivere,

che si manifesta nel dedicare tempo

alla simulazione dei rapporti personali

ed alla leccata di culo del ricco e del potente,

che è in realtà il loro peggior difetto e la causa di tutti i loro problemi

sia il loro maggiore pregio e la soluzione di tutti i loro problemi.

Gli italiani sono ossessionati dai rapporti personali,

dal costruire e tessere mafie, clan e gruppi

e questa motivazione sovrasta e cancella

un approccio semplice e diretto alla realtà,

che si occupi semplicemente della realtà

e dei problemi reali,

finalizzato alla soluzione dei problemi reali.

Tutto si complica terribilmente

in questa rete intricata ed inestricabile

di rapporti personali, clan e mafie

che fa scomparire la realtà,

la consapevolezza dei problemi reali,

l’imparare a fare bene le cose

ed il farle bene,

e, conseguentemente, un approccio positivo e costruttivo ad essi

che permetta di risolverli in breve tempo.

Il risultato finale di tutto questo è l’Italia,

un vero e proprio Paese di merda,

che però per i suoi abitanti,

ormai assuefatti alla merda,

è il mgiliore dei mondi possibili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...